Donare ora

Il sito della CBM Missioni cristiane per i ciechi nel mondo utilizza cosiddetti cookie. Consultandone le pagine, vi dichiarate d’accordo con tale impiego. Leggete la dichiarazione sulla protezione dei dati.

Accettare

In tutto il mondo per e con le persone disabili


Emancipare e coinvolgere le persone con disabilità va a vantaggio di tutti. Per questa ragione, anche nel 2018 la CBM ha promosso in modo intensivo l’inclusione. Nel rapporto annuale vengono esposti pure gli altri ambiti di attività della CBM, alcuni dei successi ottenuti, quanti disabili sono stati sostenuti e le modalità con cui ciò è avvenuto.

Coinvolgere a pari titolo i disabili migliora la qualità di vita delle loro famiglie e dell’intera comunità. Le famiglie si liberano del giogo della miseria, e le persone povere e vulnerabili ottengono accesso all’assistenza sanitaria, a una formazione e a opportunità lavorative. Grazie alla solidarietà dei donatori della CBM, questo è accaduto a migliaia di nuclei familiari anche nel 2018. 

Agire su due fronti conviene

Il sistema più efficace per ottenere progressi per e con le persone con disabilità prevede un’azione su due fronti: da un lato, la CBM sostiene in modo globale i disabili e fornisce loro gli strumenti per rivendicare i loro diritti e la loro partecipazione alla società (empowerment); dall’altro, interviene presso i responsabili delle comunità, le autorità e altre organizzazioni affinché tutti gli ambiti di vita diventino accessibili anche alle persone con handicap (mainstreaming). Il governo peruviano ha ad esempio posto fine allo svantaggio delle persone con disabilità determinato dalla legge. 

La CBM presta aiuti globali

Un bambino dello Zambia con paralisi cerebrale osserva come una donna forma un triangolo con le dita.
Bruce ha cinque anni ed è venuto al mondo con una paralisi cerebrale. All’asilo viene seguito in modo specifico, affinché in seguito possa frequentare la scuola regolare.

La CBM incoraggia le sue cliniche partner a rintracciare in modo mirato i malati agli occhi anche nelle regioni discoste, a prestare cure gratuite o a basso costo agli indigenti, e a rendere gli edifici e le campagne di sensibilizzazione privi di barriere. Pure il personale medico viene formato nell’ottica dell’inclusione, ad esempio ad adeguare la propria comunicazione usando un linguaggio più semplice, ricorrendo a immagini, simboli o gesti, affinché sia chiara per tutti i pazienti.

Nelle regioni in sviluppo, quattro persone con disturbi psichici su cinque non ricevono alcun trattamento. La CBM Svizzera promuove la presa a carico psichiatrica di base in Burkina Faso e Nepal, e consente così a queste persone di condurre una vita dignitosa e autodeterminata.

I provvedimenti adottati contro le catastrofi spesso non considerano le esigenze delle persone con disabilità. La CBM si impegna per una prevenzione delle catastrofi inclusiva e per aiuti d’emergenza che tengano pienamente conto dei disabili. Allo scopo, ha sviluppato due app, sensibilizza altre organizzazioni e funge da esempio.

L'anno 2018 in cifre

  • La Federazione della CBM ha sostenuto 525 progetti in 55 paesi e collaborato con 371 partner, aiutando in tal modo 11,9 milioni di persone.
  • 10,5 milioni di persone sono state sottoposte a esami oculistici. 1,8 milioni di loro hanno ricevuto le cure del caso, tra cui 819'000 operazioni (cataratta, glaucoma, tracoma ecc.), 58'000 su bambini.
  • 287'000 persone con disabilità fisiche hanno beneficiato di aiuti ortopedici o all’integrazione, altre 159'000 sono state sottoposte a visite mediche.
  • 265'000 persone audiolese hanno ricevuto aiuti otoiatrici o all’integrazione. Altre 398'000 sono state sottoposte a test dell’udito.
  • In Etiopia, Bangladesh, India, Indonesia, Kenia e nelle Filippine, sono stati prestati aiuti d’emergenza a 132'000 persone.

Grazie di cuore a tutti coloro che sostengono la CBM

Nel 2018, la Federazione della CBM ha stanziato 63,4 milioni di euro per progetti di sviluppo. La CBM Svizzera vi ha contribuito con 9,1 milioni di franchi. L’anno scorso, la CBM Svizzera ha registrato entrate per 11,03 milioni di franchi, in calo rispetto al 2017 (12,09 milioni di franchi). L’83 per cento delle risorse è stato destinato all’attività di progetto (30,5 per cento in Africa, 36,5 per cento in Asia, 27,3 per cento in America latina e 5,7 per cento per iniziative a livello mondiale).

Ringraziamo sentitamente i nostri numerosi donatori privati e istituzionali per il sostegno e la fiducia.

Preziose prestazioni gratuite

Grazie al generoso sostegno di varie aziende del campo, nel 2018 abbiamo potuto lanciare una campagna nazionale con spot gratuiti in televisione, nei cinema e alla radio, e con manifesti, inserzioni e banner.

Condividere contenuto

Logo CBM Missioni cristiane per i ciechi nel mondo, Pagina di arrivo