Donare ora

Il sito della CBM Missioni cristiane per i ciechi nel mondo utilizza cosiddetti cookie. Consultandone le pagine, vi dichiarate d’accordo con tale impiego. Leggete la dichiarazione sulla protezione dei dati.

Accettare

Promuovere l‘autodeterminazione delle persone disabili

La CBM incoraggia le persone con disabilità ad organizzarsi per garantire effettivamente i propri diritti e partecipare al processo di sviluppo. 

Le attività puramente assistenziali non farebbero che generare dipendenza e passività nelle persone disabili. Perciò quello di promuovere la loro autodeterminazione è un principio centrale della CBM che sta alla base di ognuna delle sue attività progettuali. Nella collaborazione allo sviluppo si parla quindi di «Empowerment».

Abilitare le persone disabili

Ragazza malgascia sorretta dalle stampelle accanto alla parete di una casa.
Nell’ambito del progetto di sviluppo inclusivo in seno alla comunità portato avanti ad Antananarivo, in Madagascar, le persone disabili ottengono accesso all’assistenza sanitaria, all’istruzione e al lavoro, e imparano a rivendicare i propri diritti.

L‘ empowerment o emancipazione vuole abilitare le persone a riconoscere e superare con autodeterminazione gli ostacoli che impediscono una vita indipendente per elevare la loro qualità di vita. All’interno della collaborazione allo sviluppo l’empowerment può essere considerato come un processo che rafforza la fiducia in se stessi dei gruppi svantaggiati della popolazione e li rende capaci di riconoscere i propri diritti, di esprimerli e di prendere parte attiva al processo di sviluppo. 

In molte regioni in via di sviluppo le persone con handicap sono un gruppo svantaggiato della popolazione. In tal senso la CBM le sostiene così che siano in grado di pretendere autonomamente i propri interessi e diritti e realizzarli. Per far ciò la CBM segue un principio su due binari: lavora sia sul piano individuale sia sul piano della comunità. La CBM promuove progetti specifici che incoraggiano e abilitano le persone con disabilità. Si impegna in modo che le autorità, le istituzioni e i comuni riconoscano i diritti delle persone con handicap, garantiscano loro l’accesso ai servizi nei settori dell’istruzione, della salute e del lavoro, li accolgano e li rendano partecipi come membri di pieno valore.

Empowerment in Madagascar

Un progetto della CBM Svizzera in cui l‘empowerment ha un valore di grande importanza è il progetto di sviluppo inclusivo in seno alla comunità per le persone disabili in Madagascar: l’obiettivo è quello che 900 persone con disabilità ottengano accesso alla salute, all’istruzione e al lavoro. Per mezzo di campagne di informazione miriamo a sensibilizzare i governi locali e la popolazione sul tema della disabilità, e nei comuni vengono elaborati piani volti allo sviluppo inclusivo in seno alla comunità. Il progetto sostiene inoltre le persone con handicap, le loro famiglie, i comuni in cui abitano come pure le autorità locali nella formazione di gruppi e reti, affinché possano insieme mettere in atto i diritti delle persone con handicap.

Condividere contenuto

Logo CBM Missioni cristiane per i ciechi nel mondo, Pagina di arrivo