Donare ora

Il sito della CBM Missioni cristiane per i ciechi nel mondo utilizza cosiddetti cookie. Consultandone le pagine, vi dichiarate d’accordo con tale impiego. Leggete la dichiarazione sulla protezione dei dati.

Accettare

Nepal

Una ragazza nepalese con una protesi alla gamba su una stuoia davanti alla sua casa accanto a un’assistente della CBM.
Grazie alla CBM in Nepal i bambini sono preservati dall’immobilità permanente.

Il Nepal è un paese all'interno dell'Asia del Sud. Confina con i due stati con la maggiore popolazione nel mondo: nel nord con la Cina e all'ovest, sud ed est con l'India. Nel nord e nell'est si trova una gran parte delle montagne dell'Himalaya, il Monte Everest e sette tra le più alte montagne del mondo. Il punto più profondo è situato invece a 70 metri sul livello del mare a Kencha Kala nel sud del Nepal.

Dei 30 milioni di nepalesi un quarto vive al di sotto del limite di povertà, le entrate mensili medie sono di 200 franchi. La crescita del prodotto interno lordo è del 7,5 per cento all’anno, e la crescita della popolazione del 1,1 per cento. Il Nepal si piazzò nell'indice di sviluppo umano (Human Development Index) nell'anno 2018 al 149° posto di 189 stati. Un terremoto devastante causò nell'aprile 2015 più di 9'000 morti, migliaia di feriti e danni enormi.

La CBM si impiega per un'assistenza sanitaria migliore e per l'inclusione

Il programma di ricostruzione della CBM dopo il terremoto del 2015 in Nepal si è concluso alla fine del 2018. Le informazioni scaturite da questo programma sono fluite nel progetto nazionale ora in corso per gli anni 2019-2023. L’obiettivo di questo progetto nazionale è quello di creare, insieme alle organizzazioni di auto-tutela delle persone con handicap, l’accesso paritario alla sanità, all’istruzione o alle basi di vita per tutti, donne, uomini, ragazze e ragazzi con handicap. Per questo la CBM rafforza le organizzazioni di auto-tutela delle persone disabili e appoggia il governo nepalese nel migliorare l’assistenza sanitaria, riguardo tra l’altro alla salute psichica, e nel prendere in considerazione la parità di diritti delle persone portatrici di handicap. 

Nei distretti del Nepal centrale di Gorkha e Lamjung la CBM insieme all’organizzazione di auto-tutela di persone con handicap psicosociali e al governo locale sta realizzando un progetto per rafforzare l’assistenza sanitaria psichica. Tutto ciò per aumentare la qualità di vita di queste persone con handicap psicosociali.

Inoltre, sempre in Nepal, la CBM sostiene e dà impulso a un’organizzazione di auto-tutela di donne con disabilità, come pure all’organizzazione principale delle persone con handicap, nei loro sforzi sul piano nazionale e locale per l’inclusione delle persone disabili. Attraverso l’attività politica cerchiamo di sensibilizzare il governo a favore delle donne con handicap, inoltre esse ricevono un’istruzione e un aiuto per attivare il proprio mestiere o lavoro. 

La CBM intrattiene una collaborazione pluriennale con l’ospedale ortopedico pediatrico HRDC, che ha salvato molti bambini dall’immobilità permanente. Il partner INF esercita il sviluppo inclusivo in seno alla comunità per le persone con handicap nelle regioni distanti, in modo da integrare queste persone nella vita locale. 

Breve sguardo sul Nepal

Il Nepal viene influenzato da una varietà etnica e culturale con più di cento diversi gruppi etnici, caste e più di 124 lingue e dialetti. L'induismo è la religione più diffusa con una quota dell'80%. Fino al 2006 era religione di Stato, fino a quando il parlamento ha riconosciuto dopo la destituzione del re la divisione tra stato e religione. Il 9% della popolazione è buddista, il 4% musulmana e il 1.4% cristiana.

Nel 2007 fu soppressa la monarchia e nel 2008 il Paese fu dichiarato ufficialmente una repubblica costituzionale e democratica. Per molti anni la popolazione del Nepal ha atteso una nuova costituzione che prevede la divisione del Paese in sette province. Soprattutto le minoranze etniche del Tharu e Madhesi nel Sud del Nepal si sentono esclusi a causa di questa divisione. Essi temono che la nuova divisione delle province li spinga in futuro di più ai margini della popolazione e di non essere rappresentati politicamente in modo adeguato. Il parlamento del Nepal ha eletto nell'agosto del 2016 Pushpa Kamal Dahal - maoista ed ex-guerrigliero - come primo ministro. Egli deve tentare di riunire i partiti in discussione tra loro e le zone e province del paese.

Come aiutarci

Sostenga il nostro programma nazionale in Nepal e renda così possibile un aiuto completo.

Condividere contenuto

Logo CBM Missioni cristiane per i ciechi nel mondo, Pagina di arrivo